Human Balance Fit

La propriocezione consiste nella consapevolezza della posizione del nostro corpo in relazione allo spazio che lo circonda e nel mantenimento della stabilità del nostro centro di gravità anche senza il supporto della vista.
Il nostro corpo utilizza queste informazioni sensoriali per orientarsi al fine di compiere sia semplici attività quotidiane (come camminare) sia movimenti più complessi (come saltare, atterrare, correre, colpire una palla da tennis con una racchetta, ecc.).
 
Inoltre il nostro corpo utilizza le informazioni propriocettive per proteggere i muscoli e le articolazioni attraverso la stabilizzazione inconscia e il posizionamento corretto di ogni parte del corpo per cercare di prevenire tensioni muscolari eccessive o strappi o lesioni muscolo-tendinei.
Dopo un grave infortunio o semplicemente andando in lá con l'etá, gradualmente la capacità propriocettiva del nostro corpo si altera e/o diminuisce, causando potenzialmente ulteriori lesioni e disfunzioni. 
 
Ricerche e studi hanno persino dimostrato come i deficit propriocettivi siano responsabili dell'inizio e dell'avanzamento della degenerazione articolare in soggetti sani e mai infortunati.
Sapendo questo, è facile capire che l'aggiunta di esercizi di balance e propriocettivi nel programma di allenamento (e/o nel protocollo di riabilitazione dopo infortuni) sarà di grande aiuto per contribuire a un recupero completo e per prevenire future disfunzioni articolari.

Annalisa Badi
copyright © 2018, all right reserved
 
SEGUI LA PAGINA FACEBOOK
https://www.facebook.com/Human-Balance-Fit-160138781351662/
 



Chi può beneficiare di un allenamento propriocettivo?

 
Tutti, ma veramente tutti: dal bambino, all'adulto, all'anziano.
 
Indispensabile per gli sportivi.

Poiché i segnali propriocettivi delle articolazioni, dei muscoli, dei tendini e della pelle sono essenziali per il movimento, la perdita della consapevolezza propriocettiva (per infortunio, per condizione psicologica particolare, o per insufficiente allenamento neuro-motorio) può influenzare il controllo del tono muscolare, interrompere o rallentare i riflessi e compromettere piú o meno gravemente il movimento volontario. 

Ecco che allenare la nostra capacità propriocettiva può portare ad un rallentamento del processo di invecchiamento e per gli atleti ad una ottimizzazione della performance sportiva.

Annalisa Badi
copyright © 2018, all right reserved

Stage Itinera Agility Dog

7 aprile 2018


Stage Smart Dog Napoli

28-29 aprile 2018