Disciplinare giudici

Il presente disciplinare è in vigore dal 13-10-2014 ultimo aggiornamento 15 marzo 2018 
in giallo le novità

Disciplinare dei giudici di Agility CSEN

 

Requisiti per gli aspiranti giudici:
 

  • Avere almeno un titolo (educatore,istruttore,ecc.) riconosciuto da ente e/o associazione sportiva, gruppo cinofilo,altro.
  • Gareggiare in agility da almeno 5 anni
  • Avere portato almeno un cane (anche se non di proprietà) da avviamento a senior del campionato CSEN e aver gareggiato nel grado senior per almeno due anni. Il responsabile Nazionale può comunque valutare casi particolari che non rispondono pienamente ai requisiti richiesti. il CTN potrà decidere se assegnare la qualifica di giudice, senza dover superare l'esame ( previo aggiornamento), a tutti quei candidati che riterrà meritevoli per comprovata esperienza e capacità tecniche.
  • Inviare al responsabile Nazionale la documentazione relativa a quanto esposto


 

Linee Guida per il corso/esame per giudici di Agility CSEN

Linee Guida per il corso/esame per giudici di Agility CSEN
La commissione d’esame sarà composta da almeno due esperti giudici facenti parte della commissione formatori nominata dal Responsabile Nazionale (almeno uno dei due dovrà essere formatore games).
Il corso è organizzato in SEI MODULI più DUE GIORNI DI ESAME
 

PROGRAMMA CORSO GIUDICI (48 ORE)

PRIMO MODULO
- teoria regolamento wao biathlon
- principi di cinognostica (razze e movimento)
- misurazione altezze cani

SECONDO MODULO
- pratica sul campo
- criteri di giudizio
- come montare un percorso junior
- posizionarsi in campo

TERZO MODULO
- pratica sul campo
- come montare percorsi senior

QUARTO MODULO
- teoria regolamento wao gambler e snoocker
- preparazione del team di assistenti

QUINTO MODULO
- parte pratica sul campo
- gambler
- montare e giudicare percorsi junior e senior

SESTO MODULO
- pratica sul campo
- snoocker
- montare e giudicare percorsi junior e senior
 
L’esame sarà composto da una parte teorica scritta e una parte pratica e si svolgerà in due giornate. La parte teorica riguarderà il regolamento WAO, le regole e linee guida agility dog CSEN. Avrà inizio il sabato alle ore 8.00 e terminerà alle ore 9.30. Il materiale sarà reperibile sul sito csencinofilia.
Alla parte pratica potranno accedere coloro che avranno risposto correttamente ad almeno 45 domande su 60 nel corso della prova scritta.
La parte pratica sarà suddivisa in agility e jumping il sabato e agility games la domenica.

SABATO: consisterà nel disegnare un percorso richiesto dalla commissione. Successivamente, gli esaminatori disporranno sul campo a propria discrezione gli ostacoli. Il candidato dovrà ,su quella base, costruire un’agility junior che poi dovrà giudicare. Successivamente, sulla base del percorso precedente, dovrà montare un’agility senior che poi dovrà giudicare.

DOMENICA: disegnare e giudicare gambler e/o snoocker

Al superamento delle due prove il candidato dovrà partecipare a 6 ASSISTENTATI (3 PER IL BIATHLON E 3 PER GAMES) con sei giudici diversi facenti parte della commissione formatori, prima che gli venga rilasciata la qualifica di Giudice Nazionale di agility CSEN ed il conseguente inserimento nella lista ufficiale.

Il candidato dovrà disegnare i percorsi previsti per la manifestazione in cui svolgerà l'assistentato utilizzando un programma appropriato e spedirli almeno una settimana prima al giudice che potrà utilizzarli cosi come sono o modificarli a sua discrezione.
Al termine di ciascun assistentato i giudici dovranno presentare una relazione con il proprio giudizio relativo all'aspirante giudice.
Il Responsabile Nazionale Giudici valuterà insieme a loro il percorso dell'aspirante giudice. Un giudizio positivo comporterà il superamento dell'esame e quindi l'idoneità a giudicare, un parere negativo invece, rimanderà il candidato a rifrequentare altri assistentati.

Data , luogo e commissione d’esame dovranno essere comunicate almeno con un mese di anticipo alla sezione cinofila della propria regione e a [email protected] che provvederanno alla pubblicazione on line.

Il costo dell’esame/corso è stato stabilito dal Comitato Tecnico e rimane uguale su tutto il territorio Nazionale, in più il candidato dovrà pagare la quota associativa del club che organizza l’esame. La ripetizione dell’esame, per chi fosse bocciato, potrà avvenire almeno 5 mesi dopo la data dell’ultimo esame. 
I commissari d’esame dovranno comunicare per iscritto entro una settimana al Responsabile il resoconto della giornata ed il loro giudizio.

 

Contatti e Referenti

 

Responsabile Nazionale giudici:    

Daniele Bertino      

cell 3890532748        

[email protected]

www.danielebertino.com

 

 

Commissione Nazionale

LA COMMISSIONE è stata nominata in data 23-09-2014 e aggiornata il 10-12-2016 ed è composta come segue:

Formatori Agility-jumping-games:
abilitati a giudicare biathlon, gambler e snooker, aggiornare i giudici non ancora abilitati ai games, partecipare come docenti ed esaminatori ai corsi di formazione per giudici.

Formatori agility-jumping:
abilitati a giudicare agility e jumping, partecipare come docenti ed esaminatori ai corsi di formazione per giudici (solo regolamento WAO biathlon).

Esperti games:  
Per abilitare i giudici ufficiali biathlon a giudicare i games e diventare quindi "esperti games", questi dovranno partecipare ad almeno 2 giornate tenute da giudici "formatori games" e almeno un assistentato sempre con un giudice "formatore games"
 
 
Abilitati a giudicare agility-jumping-games e  a tenere corsi di aggiornamento sui games.
Gli "esperti games" possono tenere stage/aggiornamenti sui games aperti a tutti ma non validi per la formazione giudici

MACROAREA NORD

Formatori Agility, Jumping e Agility Games:
Daniele Bertino
Nicola Giraudi
Giuseppe Pinchetti
Veronique Toniolo
Stefano Zanini
Giulio Zanella
Cesare Paparo


Formatori Agility e Jumping:
Cesare Carretti
Corrado Carretti
Paolo Ciaghi
Sandro Gualerzi 
Ezio Bertuletti
Simona buffoli
 
Esperti Games:
Davide Gonzo
Maurizio Licciardello
Andrea Battaglia
Luciano Ganz
Mirko Savoia
Marco Lumini
Barbara Paschino
Ilenia Paschino


MACROAREA CENTRO

Formatori Agility, Jumping e Agility Games:
Maurizio Del Greco
Jani Mazzanti
Andrea Missa
Gianfranco Ricci
Carlo Garacci
Alessandro Giuliani

Formatori Agility e Jumping:
Ermanno D'Avino
Michele Gamberucci
Gianni Orlandi
Sara Papili
 
Esperti Games:
Gaia Vancini
Manuela Pannulo
Giovanni Chiapparo
Bruno Bonifazi
Marco Riccioli
Manuela Satta
Daniele Scarano
Filippo Pettinao
Alessandra Boi
Giorgia Perna
Gianni Orlandi
Ermanno D’avino
Michele Gamberucci
Michele Dadamo
 


MACROAREA SUD

Formatori Agility, Jumping e Agility Games:
Pasquale Caramia
Claudia Boschetti
Francesco Labianca

Formatori Agility e Jumping:
Nicola Ratti
 
Esperti Games:
Francesca Troise
Nicky Rowley


Scheda di valutazione degli Aspiranti Giudici ad uso esclusivo della Commissione Giudici: PDF

L’incarico di responsabile nazionale giudici avrà una durata di tre anni. Alla scadenza del mandato il Responsabile Nazionale Agility, potrà decidere se rinnovare la carica per altri tre anni oppure nominare un nuovo responsabile.


Consiglio Direttivo Giudici
Al Consiglio Direttivo spetta il compito di vigilare sull'operato dei Giudici, il rispetto del Disciplinare e del Codice Etico Deontologico.

Oltre a questo è compito di questo organo occuparsi della formazione di nuovi Giudici seguendo le linee guida riportate in questo documento, gestire e supervisionare la rotazione dei Giudici nelle gare regionali. 
Il Consiglio Direttivo deve riunirsi almeno una volta l'anno per pianificare e definire l'attività ed eventuali aggiornamenti ed è cmposto dai seguenti Giudici:
 - NORD: Daniele Bertino, Giuseppe Pinchetti, Stefano Zanini, Veronique Toniolo
 - CENTRO: Gianfranco Ricci, Andrea Missa
 - SUD: Pasquale Caramia
 

Aggiornamento Giudici

L’aggiornamento dei giudici avverrà quando il Responsabile o la Commissione lo riterrà necessario.
 

La presenza è obbligatoria per tutti, in caso di assenza, il giudice non potrà giudicare gare fino all’aggiornamento successivo.

 
OBBLIGHI DI UN GIUDICE

  • - un giudice non può giudicare nel club di appartenenza salvo deroghe rilasciate dal responsabile nazionale M.Perla,su richiesta scritta (in caso di rinuncia all'ultimo momento del giudice assegnato o in caso non ci siano giudici disponibili)
  • - un giudice può giudicare un numero prestabilito di gare durante l'anno nella propria area di appartenenza come di seguito indicato:
    Triveneto 7
    Nord-Ovest  7
    Emilia Romagna  5
    Toscana 4
    Sud 4
    Marche-Abruzzo 3
    Umbria 3
    Puglia 3
    Lazio 3
    Sardegna 2
    Se un giudice giudica una gara nel week end sia sabato che domenica,sarà conteggiata come gara unica . Se i giudici assegnati fossero 2 uno sabato ed uno domenica, verrebbe sempre conteggiata come una gara ciascuno. 
  • - le gare Games sono comprese nel numero di gare assegnate per la regione di appartenenza ad ogni esperto giudice
  • - a fine campionato tutti i giudici dovranno compilare e firmare un modulo dove segneranno il numero di gare giudicate, luogo e tipo di gara
  • - delegati csen nominati dal responsabile Nazionale Perla saltuariamente, avranno il compito di controllare il corretto svolgimento delle gare,le attrezzature, il campo gara ecc.. e di segnalare eventuali anomalie che verranno comparate con un eventuale report del giudice, qualora il giudice designato omette segnalazioni questo potrà incorrere in sanzioni disciplinari
  • - tutte le segnalazioni firmate pervenute al direttivo riguardanti i giudici, verranno esaminate dalla commissione, qualora sarà ritenuto opportuno,in accordo con il responsabile Naz Perla, saranno adottati provvedimenti disciplinari - mail [email protected] -
  • - Il giudice della giornata, sia biathlon, avviamento e games, non può fare ricognizione in campo a nessuno.
  • - L’esperto giudice durante la sua funzione non potrà gareggiare, ma potrà giudicare cani di sua proprietà condotti da terzi. 
  • - Il giudice CSEN non può giudicare competizioni non facenti parte del circuito CSEN se non previa deroga richiesta dal Responsabile dei Giudici che valuterà caso per caso.
  • In caso di contestazioni da parte dei concorrenti, possono essere avanzate, dal concorrente o dal capo club, al Responsabile del Campo e non direttamente al Giudice, entro i cinque cani. Gli aiutanti controlleranno il punteggio e correggeranno gli errori d’ufficio. Se il problema con il punteggio riguarda una applicazione non corretta delle regole del WAO, allora l’aiutante comunicherà al responsabile del campo di fermare il campo il più presto possibile in modo da discutere il problema col Giudice. Al binomio interessato al reclamo, qualora viene fatta ripetere la prova, verranno tenendo valide le penalità assegnate fino al punto contestato,
  • -Se in una giornata di gara sono assegnati due giudici, uno per il biathlon ed uno per i games, questi possono gareggiare nelle competizioni che a loro non competono
  • -Si possono effettuare le misurazioni dei cani solo nella gare dove si stà giudicando, non è possibile effettuare misurazioni quando non si è giudici della giornata. 
  • -Indossare un abbigliameto decoroso;
  • -viene istituita la seguente mail  [email protected]  , getita dal consiglio direttivo nazionale giudici ,per segalazioni, reclami o fatti gravi accaduti durante le prove.


Al termine di ogni gara, i giudici potranno inviare i percorsi che hanno giudicato, al responsabile nazionale, segnando su ogni percorso il proprio nome, cognome e se junior o senior.
Inoltre, il giudice, se riscontrerà inadempienze organizzative, ostacoli non conformi, terreno di dimensioni non regolamentari e/o in cattive condizioni, dovrà compilare un report gara scaricabile sul  sito, che invierà al responsabile di area:
·        Per tutto il Nord e l'Emilia Romagna, esclusa la Lomardia a Stefano Zanini;
·        Per la Lombardia a Giuseppe Culora;
·        Per la Toscana a Manuela Pannulo;
·        Per il Lazio a Massimo Perla;
·        Per l'Umbria a Gianfranco Ricci;
·        Per le Marche a Stefania Feliciani;
·        Per la Puglia a Pasquale Caramia;
·        Per il Sud a Claudia Boschetti;
·        Per la Sardegna a Cristiana Alisonno.

 
Per determinare il tps utilizzare come linea guida lo schema seguente
 e non superare i tetti massimi nella categoria Junior:

 

Altezza Categoria Velocità
300 e 400 Junior 2,0 - 3,0 m/s
300 e 400 Senior 3,0 - 4,0 m/s
500 e 600 Junior 2.5 - 3,5 m/s
500 e 600 Senior - Agility 3,0 - 4,0 m/s
500 e 600 Senior - Jumping 3,5 - 4,5 m/s
 

E’ discrezione dell’esperto giudice definire la velocità del percorso di gara in funzione del tipo di prova, del grado, delle condizioni e del tipo di fondo, delle condizioni meteo, nel rispetto della salute , del benessere e della sicurezza del binomio e dello spirito sportivo della gara.


Rimborso giudici:
Il giudice riceverà un rimborso forfettario di € 100,00 giornaliero, più un rimborso pari a 0,30 centesimi a Km oppure il rimborso del biglietto del treno o aereo, vitto ed eventuale alloggio.